sabato 23 marzo 2019

Pasta di farro al pesto di zucchine

Inflazionatissime Zucchine!! Io le amo e le mangerei tutti i giorni, le faccio in molti modi diversi ma questa ricetta è quella che ho apprezzato di più! Soprattutto da quando ho il bimby è stata una delle prima ricette che ho fatto e che non ho più smesso di fare. Piace moltissimo anche alle bambine e infatti spesso la preparo e mi faccio i vasetti da conservare in freezer come salva cena!
Io uso indistintamente zucchine chiare o scure in base alla stagionalità e viene ottimo in entrambi i casi! Nella ricetta che ho scritto sotto ho indicato le noci ma è possibile usare anche le mandorle.


Ingredienti
400 gr di zucchine
40gr di parmigiano
circa 10 gherigli di noci
1 spicchio di aglio
30gr di foglie di basilico
50gr di olio EVO
100 gr di latte senza lattosio

Procedimento
Inserire nel bimby il parmigiano con i gherigli di noci e frullare 10 secondi velocità 8 e mettere in una ciotola a parte. Nel boccale sporco mettere il basilico e lo spicchio di aglio, io tolgo la parte centrale dell'aglio che risulta più digeribile e frullo 2 sec. velocità 7. Poi metto le zucchine tagliate a pezzettoni e frullo altri 5 secondi velocità 4. Riunire sul fondo con la spatola e aggiungere l'olio. Cuocere 5 minuti velocità 1 a 100°. Nel frattempo riscaldo un pochino il latte, io al microonde. Finito il tempo aggiungo il latte e cuocio senza il misurino altri 5 minuti velocità 1 a 100°. Terminata la cottura aspetto che la temperatura si abbassi a 80° e poi frullo 15 secondi velocità 8. Aggiungo poi il trito di parmigiano e noci che avevo messo da parte e frullo nuovamente 15 secondi velocità 8.



Il pesto è pronto da usare per condire la pasta oppure da mettere nei vasetti in freezer.



sabato 26 gennaio 2019

Insalata di lesso

Non so se anche in altre parti d'Italia viene "riciclata" la carne da brodo che noi chiamiamo lesso e quindi ho pensato di farvi vedere cosa ho preparato questa settimana per un pranzo veloce. Il giorno prima mia mamma aveva fatto il brodo per le mie bambine e le chiedo sempre di portarmi anche la carne, che lei spesso butta, per preparare la mia solita insalata di lesso. Odio buttare le cose e cerco sempre di inventarmi qualcosa per finire tutto ciò che è in frigo o che rimane da una precedente preparazione. La carne che viene utilizzata per il brodo può essere magra oppure fatta col il pollo o mista. L'insalata viene bene con qualsiasi carne basta che ci sia della polpa e non sia troppo grassa. Quindi vi lascio gli ingredienti che sono pochissimi!



Ingredienti
Carne rimasta dalla preparazione del brodo
Olio extravergine di oliva
Aceto di mele
Verdure del brodo
Verdure a piacere
Sale e pepe (che io non metto)

Procedimento
Sfilacciare la carne fredda in una ciotola, io aggiungo anche le carote e il sedate che erano in cottura nel brodo tagliati a pezzetti. Condire con olio, aceto e sale e pepe a piacere. Servire con un bel piatto di insalata. In aggiunta spesso metto anche pomodorini ciliegini freschi tagliati a pezzetti per cambiare un pò. Ma potete aggiungere qualsiasi verdura che vi aggrada.


E il pranzo è pronto! E' velocissima e molto gustosa, in accompagnamento oltre all'insalata io abbrustolisco anche delle fette di pane integrale oppure del riso bollito bianco.
Fatemi sapere se vi è piaciuta questa ricetta!


sabato 19 gennaio 2019

Cantarelle romagnole!

E oggi vi propongo un dolce che facevano le nostre nonne e che oggi non fa quasi più nessuno a casa, ma trovo spesso che nelle sagre tipiche ci siano sempre delle bancarelle che fanno appunto queste cantarelle (in dialetto cantarèli) che sono un antico dolce romagnolo, povero all'origine, ricavato impastando farina sciolta in acqua e cotta sulla piastra, condita con olio ed un pizzico di zucchero. Negli anni le varianti nella preparazione, negli ingredienti, nella farcitura e nell'accompagnamento si sono moltiplicate ma tutte si accomunano alla ricetta base che vi elencherò qui sotto. Le Cantarelle sembrano dei pancake ma non hanno uova e non hanno lievito. Le mie figlie ne sono ghiotte e io quando me le chiedono le faccio volentieri perchè sono un dolce gustoso e sano!




Ingredienti
500 ml di latte senza lattosio (ma va bene anche quello normale) 
1 bicchiere d’acqua 
250 gr farina 00 (se specifica x dolci anche meglio, ma non fondamentale)
250 gr di farina di mais fioretto
1 punta di cucchiaio di bicarbonato 
1 bustina di vanillina 
2 cucchiai di anice
1 cucchiaio di zucchero 
1 cucchiaino di sale (che io non metto)
1 cucchiaio di olio extravergine

Procedimento
Mettere tutti gli ingredienti, avendo cura di mettere prima i liquidi e miscelare tutto con una frusta, attenzione setacciate la farina e versatene un pò per volta per non formare dei grumi. Potete usare anche il bimby e frullare tutto insieme. Deve risultare un composto cremoso ma abbastanza liquido, che si cola facilmente sulla piastra ma non scappa via.
Mettere una piastra da piadina sul fornello medio a temperatura abbastanza alta ma non al massimo. Colare le cantarelle in base alla grandezza della piastra che avete, nella mia ce ne stanno circa 3/4 come vedete dalla foto qui sotto.


Quando le cantarelle iniziare a fare le bollicine girarle e cuocerle un paio di minuti. Servirle calde con un filo di olio extravergine di oliva e una spolverata di zucchero semolato. Oggi si trovano anche con la nutella o qualsiasi crema al cioccolato e marmellata.


Questo dolce non è solo per i bambini io ne sono ghiottissima! Ora sto provando a cambiare la ricetta utilizzando farina integrale e provando ad usare il latte vegetale per vedere se il risultato può essere ugualmente buono. Vi farò sapere magari aggiornando questa ricetta!!

Ogni anno Gatteo Mare dedica una festa alla cantarella (o cantarèla, come si dice in dialetto) che si svolge solitamente l’ultimo week-end di settembre e il primo week-end di ottobre. La festa è chiamata "Sagra della Cantarella" e rappresenta un’occasione unica per rilassarsi e divertirsi in compagnia, mangiando e bevendo cose semplici e genuine al ritmo di buona musica.

sabato 3 novembre 2018

Hummus di ceci

Spesso la sera quando torno a casa preparo l’hummus perchè è veloce, buono e non devo cucinare! Ci sono tante ricette online ma io ho trovato la mia utilizzando chiaramente i consueti ingredienti.
Ho notato che anche le bimbe lo apprezzano con dei grissini e qualche verdura cruda. Vorrei spendere qualche parole per la salsa tahin che è una crema fatta da sesamo frullato. Ci sono creme di sesamo chiare e avute io sinceramente utilizzo la crema chiara perché la trovo più delicata e saporita. Ma voi potete usare quella che più vi piace. Non è necessaria la salsa tahin perché ho fatto l’hummus svariate volte senza tahin. Ed ora passiamo alla ricetta!



Ingredienti
1 scatola di ceci lessati
Mezzo limone spremuto
1 cucchiaio di olio extravergine di oliva
1 cucchiaio di salsa tahina chiara
Acqua quanto basta
Gomasio e paprika affumicata per decorazione

Procedimento
Mettere tutti gli ingredienti in un frullatore potente trame l’acqua. Io ho usato il Bimby ma voi potete usare quello che volete. Frullare e fermare per aggiungere un poco di acqua per volta fino a raggiungere una consistenza cremosa. Io non aggiungo sale perché i ceci sono già salati. Sposto in una ciotola e poi metto paprika e gomasio e irrigo di olio evo. È ottimo coi grissini su crostini salati sulla piadina sulla pizza io lo metto ovunque!


sabato 13 ottobre 2018

Muffin di amaranto con pinoli e gocce di cioccolato

Ho comprato quasi un'anno fa un barattolo di farina di amaranto per capire che profumo e che sapore aveva e soprattutto per capire se potesse essere un'alternativa alle solite farine utilizzate. La voglia di comprare questa farina è venuta leggendo il libro bellissimo di Marianna Franchi "Di farina in farina" dove ho visto la ricetta di questi muffin. Non avevo molte aspettative ma siamo rimasti piacevolmente stupiti dal gusto tant'è che li abbiamo finiti quasi subito e poi li ho rifatti per 3gg a fila fino a finire la farina! Quindi direi che sono assolutamente da provare! Ho cambiato alcuni ingredienti rispetto alla ricetta originale perchè mi sono dovuta adattare alle cose che avevo in casa ma sono venuti ugualmente buonissimi!


Ingredienti
100 gr di farina di amaranto
50 gr di mandorle
35 gr di pinoli
40 gr di gocce di cioccolato
70 gr di zucchero di cocco integrale
65 gr di latte
60 gr di olio di oliva
1 uovo
1 cucchiaino di lievito naturale a base di cremor tartaro
la buccia di un limone
il succo di mezzo limone


Procedimento
Tritare le mandorle con un cucchiaio di zucchero e metterle in una ciotola dove provvederemo a setacciare la farina di amaranto con il lievito, aggiungere i pinoli e le gocce di cioccolato. In una ciotola a parte mettere tutti i liquidi insieme alla buccia di limone, l'uovo e lo zucchero e con una frusta mescolare bene tutto. Aggiungere i liquidi agli ingredienti solidi e mescolare fino ad ottenere un impasto tendente al duro e appiccicoso. Ho poi messo delle formine da crem caramel su una teglia da forno e dentro ho messo dei pirottini di carta per muffin dove ho inserito una cucchiaiata abbondante di impasto. Ho cotto a 200° forno statico per 20 minuti a metà del forno. Chiaramente ognuno di noi deve adeguare i tempi e temperatura al proprio forno.


Il risultato è stato davvero ottimo, al mattino io ci metto sopra anche della crema di mandorle al 100% e ne mangio a volontà.... purtroppo per il mio giro vita!


venerdì 27 aprile 2018

Pesto di rucola velocissimo!

A pranzo sono sempre di corsa e ogni giorno è una sfida trovare qualcosa di sano e buono che non porti via molto tempo.
In genere sto sempre attenta a creare un piatto proporzionato e oggi avevo in frigo della rucola che dovevo assolutamente usare perché stava iniziando ad appassire. Così ho pensato di fare un pesto di rucola velocissimo per condire dell'orzo lessato. Sempre tutto rigorosamente senza sale aggiunto. Con questo pesto non vi accorgerete neanche dell'assenza di sale perchè trovo che la rucola sia molto saporita e aiuta a dare sapidità al piatto.




Ingredienti
2/3 mazzi di rucola oppure una vaschetta di rucola già lavata.
una manciata di frutta secca, io ho messo mandorle nocciole e anacardi
uno spicchietto di aglio
olio extravergine di oliva

Procedimento
Tagliare l'aglio a metà e togliere la parte centrale in modo che risulti un poco più digeribile. Mettere tutti gli ingredienti nel bimby (o qualsiasi frullatore) e tritare per 10 sec. a velocità 8. Con una spatola riportare il composto nel fondo e aggiungere olio se necessario e frullare nuovamente per 10 sec. a velocità 8. Dipende da voi quanto volete fine o meno il pesto, io amo che sia leggermente granuloso.




Quando il pesto è pronto potete condire pasta o cereali in base al vostro gusto. Questo è stato il mio pranzo di oggi, orzo condito col pesto, cannellini con tonno sgocciolato e bietole e finocchi lessati. Ci tengo a dire che non ho aggiunto sale se non un pochino di gomasio nei cannellini e tonno. Fatemi sapere se vi è piaciuto!

venerdì 6 aprile 2018

Lenticchie in umido

Non so a voi ma a me capita sempre che per natale mi vengano regalate un sacco di lenticchie, soprattutto nei cesti che mi arrivano in azienda. In passato non ho mai amato particolarmente le lenticchie ma adesso devo dire che è uno dei miei legumi preferiti oltre ai ceci! Io le amo anche in primavera e proprio questa settimana ho voluto metterle in tavola anche per la mia famiglia nonché colleghi di lavoro. Dovete sapere che io mangio tutti i giorni al lavoro e spesso cucino per tutti! Quindi armatevi di lenticchie e buon appetito!




Ingredienti
250gr di lenticchie secche
2 carote
2 scalogni
una costa di sedano
qualche pomodoro ciliegia
un pezzo di alga kombu
due foglie di alloro
passata di pomodoro
3 spicchi d'aglio

Procedimento
Prendo una pentola abbastanza capiente e metto le lenticchie in abbondante acqua, aggiungo alga kombu, pomodori, le carote e il sedano tagliati a pezzi, le foglie di alloro. Accendo il fuoco e cuocio per 40/45 minuti poi regolatevi voi in base a come sentite le lenticchie che devono essere morbide. Una volta cotte potete mangiarle anche così ma io spesso le scolo con tutte le verdure tagliate. A parte in una padella metto olio con aglio e lascio dorare, aggiungo la passata di pomodoro e lascio insaporire poi aggiungo le lenticchie con tutta la verdura di cottura e lascio insaporire per 10 minuti mescolando ogni tanto.



Eccole pronte! Sono molto buone! Io le mangio con verdura di contorno sia cotta che cruda. Vi chiederete che cos'è l'alga kombu, ebbene è un'alga che se aggiunta in cottura dei legumi vi aiuta con i possibili sintomi che creano appunto i legumi come meteorismo e gonfiore. Effettivamente da quando aggiungo quest'alga va decisamente meglio!
Se notate nelle mie ricette non uso mai sale perchè sono ipertesa e quindi cerco di non usare il sale aggiunto. Ma voi regolatevi in base al vostro gusto. E' chiaro che una dieta iposodica fa bene a tutti e bisognerebbe ritornare ad apprezzare il vero sapore delle cose!

lunedì 26 marzo 2018

Pancake vegan con farina di carrube senza zucchero

Non credo che nel mio blog riuscirò mai a mettere delle foto decenti, uno perché i momenti in cui posso postare le ricette sono sempre di corsa e per non perdere l'occasione scatto qualche foto velocemente, due perché non sono capace :D e quindi spero che comunque siano più interessanti le ricette! Questa è stata una prova che ho voluto fare e devo dire che è riuscita molto bene. Sono pancake con farina di carrube e senza zucchero che io poi accompagno ad un bicchiere di latte vegetale senza zucchero e spalmo un pò di crema di nocciole oppure della marmellata senza zucchero aggiunto.



Ingredienti
200 ml di latte vegetale senza zuccheri aggiunti (io ho messo il sorgo)
100 gr di farina tipo 2
un cucchiaino di lievito per dolci oppure di cremor tartaro
Due cucchiaini di farina di carrube
un pizzico di vaniglia in polvere
un pizzico di cannella in polvere
un pizzico di curcuma
due cucchiai di olio di semi di girasole
olio di oliva per ungere la piastra

Procedimento
E' semplicissimo fare questi pancake, mettere tutti gli ingredienti in una ciotola e mescolare bene. Lasciare riposare il tempo che la piastra si riscaldi e diventi ben calda. Poi ungere la piastra e versare un pò di impasto fino a formare i pancake della grandezza che volete. Aspettate che inizino a venir fuori le bollicine circa 1 minuto e mezzo e poi girate e cuocete per altri 30 secondi, comunque regolatevi in base al vostro fornello. Nella foto come vedete ho messo della crema di nocciole ma sono buonissimi anche con la marmellata.


Spesso anziché mettere il latte vegetale aggiunto il succo di mela senza zuccheri aggiunti che trovo in una fattoria biologica della zona. Sono anche più buoni perché il succo di mela è molto dolce naturalmente.
Bene fatemi sapere se vi sono piaciuti!

lunedì 19 marzo 2018

Finta colomba ricetta di "Fatto in casa da Benedetta" con fornetto versilia

Io trovo che il fornetto versilia sia sempre vincente, non so se la mia sia fortuna o sia davvero così facile fare torte con questa pentola, fatto sta che quando ho voglia di fare qualche dolce ma non voglio accendere il forno, che in termini di consumi pesa abbastanza sulla bolletta in inverno visto che lo si accende con più frequenza, la pentola è sempre vincente! L'anno scorso per pasqua mi ricordo che provai subito questa ricetta trovata nel sito di "Fatto in casa da Benedetta" decisi di farla nel fornetto versilia non avendo lo stampo classico della colomba e venne subito benissimo al primo esperimento, quindi siccome è semplicissima e buonissima ho voluto riproporla con qualche piccola variante negli ingredienti.



Ingredienti
3 uova
350g di farina tipo 1
90g di olio di semi di girasole
170g di latte senza lattosio
150g di zucchero
la scorza di un limone
1 fialetta di aroma mandorla
1 bustina di lievito per torte salate (tipo Pizzaiolo)
Burro e farina per infarinare il fornetto
Mandorle e granella di zucchero per decorare

Procedimento
Separiamo albumi e tuorli in due ciotole e montiamo a neve gli albumi.
A parte aggiungiamo 150 g di zucchero ai tuorli e montiamo con il frullatore, quindi aggiungiamo la buccia grattugiata di un limone, una fiala di aroma di mandorle, continuiamo a mescolare e aggiungiamo 90g di olio di semi di girasole e 170g di latte senza lattosio.
Mescoliamo ancora e cominciamo ad unire 350g di farina poco per volta mescolando con cura. Quindi è il momento del lievito, usiamo una bustina in polvere tipo pizzaiolo e frulliamo ancora per bene. Vi consiglio di settacciare il lievito prima di metterlo nell'impasto perchè spesso ha i grumi e poi la torta non viene bene.
A questo punto aggiungiamo i nostri albumi precedentemente montati a neve e mescoliamo delicatamente con una spatola.
Imburriamo e infariniamo il fornetto versilia con molta cura fino ai bordi alti e versiamo il composto, prima di chiudere il fornetto mettiamo mandorle e granella di zucchero per decorare e cuociamo per 55 minuti a fuoco basso nel fornello medio. Se dopo 55 minuti, facendo la prova stecchino, l'impasto non è cotto aumentate il tempo di 5 minuti per volta alzando leggermente il fuoco.



L'unica pecca di cuocere col fornetto è che tutte le torte vengono col buco ma a me piacciono molto anche così!
E adesso gustatevi questa buonissima torta!

mercoledì 13 dicembre 2017

Sbriciolona con marmellata di fichi

Quando ho voglia di fare una torta che sia buona ma che non mi porti via tantissimo tempo faccio sempre questa sbriciolona perché l’impasto si fa in un minuto e posso farcirla con marmellata di svariati gusti oppure con la crema di nocciole. È stata la primissima torta che ho fatto quando arrivò il Bimby a casa e quando sono ospite a cena spesso preparo questa torta perché oltre a essere veloce da fare è anche buonissima.
Ho anche fatto alcuni mercatini di beneficenza e sono state vendute subito perché visivamente sono molto golose come potete vedere dalla foto qui sotto!





Ingredienti per una teglia da 28cm
400gr di farina tipo 1
150gr di zucchero
100gr di burro senza lattosio
2 uova
mezza bustina di lievito per torte
Marmellata a piacere

Procedimento
Ho inserito tutti gli ingredienti nel bimby in quest'ordine, burro, uova, zucchero, farina, lievito e ho frullato 1 minuto a velocità 5/6 fino a che non diventa un composto granuloso. Ho steso 3/4 dell'impasto in una teglia a cerniera da 28 cm pressando l'impasto per compattarlo. Poi ho steso sopra abbondante marmellata e in ultimo ho sbriciolato l'impasto rimanente sopra la marmellata. Ho cotto in modo statico per 35 minuti a 180° nel penultimo ripiano del forno.

Io di questa ricetta ho realizzato molte varianti, con farina tipo 2, con farina di farro, facendo un mix di farine, ho usato zucchero mascovado, dulcita o xilitolo. Insomma si presta a qualsiasi cosa vi piaccia come gusto basta mantenere le proporzioni descritte.